Home
News
Tabellini
CU Società
Rose 22/23
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Coppe
C. ITALIA "M. MINETTI"
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
<< Torna indietro
23/09/2022 - ARCETANA: DOMENICA SFIDA IN CASA CONTRO LA MODENESE
23/09/2022 - Eccellenza, l'Arcetana riceve la Modenese: sfida cruciale, tra due formazioni tuttora alla ricerca del primo acuto vincente in campionato. Andreoli: "C'è la possibilità di cogliere tre punti che contano davvero parecchio, ma siamo solo alla quinta giornata e quindi non c'è alcun motivo per lasciarsi prendere da un'eccessiva tensione. Adesso abbiamo bisogno di giocare il più possibile per migliorare ancora: quindi, ben venga l'impegnativa settimana che ci attende"

Arceto, 23 settembre 2022 - Il girone A del campionato di Eccellenza si appresta a giungere alla sua quinta giornata, e dunque il tempo delle sentenze definitive resta ancora ben lontano: tuttavia, all'orizzonte dell'Arcetana c'è un confronto contraddistinto da un livello di importanza davvero impossibile da ignorare. Domenica 25 settembre, dalle ore 15.30, i biancoverdi allenati da Pierfrancesco Pivetti saranno di scena al "Comunale" di via Caraffa per il cruciale duello interno con la Modenese: l'arbitro designato è il sig. Alessandro Mantelli di Bologna, coadiuvato dai sigg. Erik Iemmi di Ravenna e Marco Ramazzotti di Parma. Entrambe le formazioni stazionano nel gruppo delle squadre che al momento occupano l'ultimo posto in classifica, con 1 solo punto raccolto nelle prime 4 partite: di conseguenza si tratterà di un vero e proprio spareggio, non certo decisivo ma comunque contraddistinto da un ruolo davvero rilevante anche in vista delle sfide successive.

"La sconfitta di domenica scorsa sul campo del Colorno non deve preoccuparci più di tanto - evidenzia Luigi Andreoli, esperto difensore dell'Arcetana - All'interno di questa Eccellenza ci sono almeno 7 squadre contraddistinte da un programma di allenamenti e da una struttura equiparabili al professionismo. La compagine ducale rientra a pieno titolo tra queste superpotenze: si tratta quindi di un'avversaria che alberga davvero su un altro pianeta, non solo rispetto a noi ma pure rispetto a molte altre realtà inserite in questo girone A. Nonostante l'oggettiva differenza di potenziale tra le due contendenti, siamo comunque riusciti a rimanere pienamente in partita per almeno un'ora - rimarca Andreoli - Nella ripresa il Colorno ha siglato un micidiale uno-due, portandosi sul 2-0 nell'arco di pochi minuti: tuttavia a quel punto non abbiamo affatto mollato, ma al contrario siamo persino riusciti a creare varie occasioni per dimezzare le distanze e riaprire la gara. In buona sostanza, il punteggio finale di 3-0 non rende giustizia all'effettivo tasso di qualità che siamo riusciti a esprimere sul terreno di gioco".

Il navigato componente della retroguardia biancoverde si sofferma quindi sulla classifica: "Avremmo meritato di avere qualche punto in più, senz'ombra di dubbio. Di certo non siamo perfetti, ci mancherebbe altro - sottolinea il giocatore - Il nostro è un organico in grandissima parte rinnovato e molto ricco di giovani: si tratta quindi di un'Arcetana che ha bisogno di continuare con energia e convinzione il lavoro iniziato il 16 agosto. D'altro canto, i numeri che finora ci riguardano non descrivono in maniera fedele ciò che siamo riusciti a fare. Paradossalmente, credo che l'unico risultato utile sia arrivato in seguito alla nostra prova meno entusiasmante: mi riferisco ovviamente all'1-1 sul difficile campo bolognese dell'Anzolavino. Per il resto, siamo sempre stati in grado di fornire numerosi spunti di buon calcio: un aspetto, questo, che mi autorizza a nutrire ragionevoli speranze in vista del confronto che ci attende".

La Modenese di mister Andrea Paganelli proviene dalla larga sconfitta casalinga nell'anticipo di sabato 17 settembre: 0-6 nel derby cittadino con la Cittadella Vis Modena. In precedenza i gialloblù hanno pagato dazio a Rolo (1-0) e in casa con il Borgo San Donnino (3-7): il bilancio comprende inoltre il pari per 2-2 sul campo del Castelvetro. Fin qui per quanto riguarda il campionato: nella Coppa Italia la formazione d'oltre Secchia ha perso per 2-1 sul campo del Sasso Marconi, abbandonando così il Memorial Maurizio Minetti già al 1° turno. Pochi giorni fa è poi arrivato un nuovo innesto: mercoledì il club gialloblù ha infatti annunciato l'accordo con il difensore classe '99 Domenico Messina, che negli ultimi 2 anni ha vinto l'Eccellenza con le maglie di Ilvamaddalena (Sardegna) e Biancavilla (Sicilia).

Domenica Luigi Andreoli sarà tra gli ex di turno, così come lo stesso mister Pivetti: "Tanto per cominciare, preferirei evitare di amplificare troppo la posta in palio - afferma il difensore nato nel 1984 - Di certo ambedue le contendenti hanno la prospettiva di conquistare tre punti d'oro, sinonimo della prima vittoria stagionale in campionato: un successo darebbe grande spinta pure sul piano motivazionale, inutile stare qui a negarlo. Al tempo stesso, non bisogna affatto dimenticare che siamo soltanto alla quinta giornata: di conseguenza questa partita non fornirà sentenze vincolanti, e ciò rappresenta un motivo in più per tenersi lontani da ogni ansia eccessiva. Quanto agli avversari, siamo consapevoli di doverci fronteggiare con una rivale che per alcuni versi è simile all'Arcetana: anche loro sono infatti contraddistinti da un pregevole potenziale calcistico, sulla carta ben superiore rispetto agli attuali riscontri della graduatoria. Per rendersene conto, basta osservare alcune delle individualità in forza alla Modenese: ad esempio Ouattara e Scarlata sono due attaccanti di primissimo piano per la categoria, senza dimenticare il solido difensore Lusvarghi e il centrocampista ex biancoverde Fabio Agrillo. Inoltre, quando si attraversano momenti difficili sul piano dei risultati, molte squadre trovano ulteriore grinta riuscendo così a piazzare una svolta al proprio rendimento: la Modenese può benissimo essere tra le formazioni caratterizzate da quest'atteggiamento, e ciò rappresenta un valido motivo in più per mantenere molto alta la soglia di attenzione".

L'Arcetana potrebbe non essere al completo: su alcuni elementi ci sono dubbi legati alle condizioni fisiche, e i punti interrogativi verranno sciolti soltanto poco prima della gara. "Ad ogni modo io continuo a essere ottimista sulle nostre prospettive, non solo riguardo alla sfida di domenica - aggiunge Andreoli - Abbiamo ben chiare le insidie che potremo trovare contro la Modenese: si tratta senza dubbio del primo passo per costruire una traiettoria vincente, arrivando così a raggiungere l'agognato appuntamento con la vittoria. Se malauguratamente non dovessimo centrare i 3 punti, di certo dovremmo farci qualche domanda: tuttavia, al di là del risultato, penso pure che molto sia legato all'effettiva qualità della prova che sapremo fornire. Se costruiremo una prestazione all'altezza del compito, così come credo e spero, la nostra domenica sarà comunque incoraggiante indipendentemente dal punteggio. A livello personale, gli acciacchi si fanno sentire e avrò ancora bisogno di qualche tempo per arrivare al meglio della forma: ad ogni modo si tratta di problemi che sto arginando con efficacia, e dunque sono pronto fin da ora per provare a dare il mio contributo anche contro i gialloblù".

Tra l'altro, il confronto con la Modenese aprirà una settimana molto intensa per l'Arcetana: mercoledì 28 i biancoverdi saranno al "Torelli" di Scandiano per la sfida secca di Coppa contro il Campagnola (ore 20.30), poi domenica 2 ottobre tornerà il campionato con la trasferta sull'ostico campo piacentino del Nibbiano Valtidone. "Un'agenda che non mi spaventa, tutt'altro - commenta Luigi Andreoli - Come detto siamo una squadra che deve crescere, con l'obiettivo di raggiungere un'efficienza ancora più elevata: di conseguenza ogni occasione agonistica è ben accetta, perchè ci aiuterà a raggiungere tale traguardo quanto prima. Più giocheremo, più miglioreremo".
Vai alla pagina ufficiale della Società






Oggi: 6 partite
Domani: 3 partite
NOBILI EDOARDO '99
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy