Home
News
Tabellini
CU Società
Rose 22/23
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Coppe
C. ITALIA "M. MINETTI"
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - QUINTA PUNTATA
<< Torna indietro
ALTRE NEWS
QUINTA PUNTATA

…il punto sui campionati meno conosciuti ovvero basta che ci siano 22 uomini che calciano una palla…a cura di Daniele Mercati
Il Resto del mondo - 17/12/2009

Quinto capitolo della rubrica dedicata al calcio internazionale, Argentina ultimo atto e quattro panoramiche su campionati europei di grande interesse, tra massime serie e serie minori!





ARGENTINA
E’ andato in scena l’ultimo atto e il Banfield come da pronostico si è laureato campione, ora può festeggiare il suo primo storico titolo, atteso 113 anni. Le sorprese di certo però non sono mancate, perché se è vero che il vantaggio di 2 punti permetteva ai biancoverdi di essere padroni del proprio destino, è vero anche che ce l’hanno messa tutta per provare a perdere il campionato andando a perdere 2-0 in casa del Boca Juniors. Per questo motivo il mea culpa del Newell’s Old Boys deve essere ancora più grande, se solo fossero riusciti a centrare i 3 punti in casa contro il San Lorenzo sarebbero stati loro a festeggiare il 6° titolo, invece stesso identico risultato dei rivali, 0-2 e distanze invariate, così che può esplodere la gioia nella piccola città in provincia di Buenos Aires. Anche per la classifica marcatori nessun movimento, quindi doppia festa per Tanque Silva del Banfield, primo con 14 reti.

AUSTRIA
Qualcuno potrebbe pensare che in Austria non esista un campionato di calcio invece c’è ed è anche molto appassionante. Dopo 19 giornate (su 36 totali) la lotta per il titolo sembra ristretta a tre squadre, che sono poi le solite note di questi ultimi anni. Il Salisburgo campione in carica è secondo, a due punti di distanza dal Rapid Vienna, mentre al terzo posto a 5 punti dalla vetta c’è l’Austria Vienna. I detentori quest’anno stanno pagando la scarsa (per lui) vena realizzativa di Marc Janko (10 gol in 18 presenze), capace di segnare l’anno scorso 39 reti in 34 partite. Ora il campionato si ferma e ripartirà a Febbraio, facile prevedere che la lotta sarà aperta fino alla fine.

UNGHERIA
Il campionato ungherese nelle ultime edizioni ha avuto una squadra su tutte, il Debrecen capace di vincere 4 titoli negli ultimi 5 anni, unica pausa due anni fa quando arrivò secondo a favore dell’MTK. Anche quest’anno veleggia nelle zone alte del torneo, però ha già collezionato 4 sconfitte in 15 partite (tante come l’anno scorso in tutto il campionato) infatti è secondo in classifica dietro alla sorpresa del torneo, il mai titolato Fehervar (Videoton per gli amici) capace finora di disputare un’ottima stagione di vertice (nello scontro diretto col Debrecen secco 3-0) e desiderosa di ricoprire il ruolo di mina vagante fino alla fine. Da tenere d’occhio l’Ujpest (20 scudetti vinti), terza forza con un distacco di 4 punti dalla vetta, da queste parti il titolo manca da 12 anni e hanno fretta di rompere questo digiuno.

GRECIA
Quello greco è un campionato bellissimo che ha raggiunto un ottimo livello, infatti sempre più campioni scelgono la penisola ellenica e i suoi numerosi club prestigiosi come destinazione. Delle 30 giornate totali ne sono state giocate 14 e in testa c’è l’Olympiakos seguito dal Panathinaikos a un solo punto, dietro di loro il vuoto, quindi possiamo dire che la lotta è ristretta a queste due compagini. L’Olympiakos è il grande dominatore di questo campionato con i suoi 37 scudetti (12 negli ultimi 13 anni) e sta provando ad eguagliare la striscia consecutiva di 7 vittorie inanellata dal 1997 al 2003. La squadra allenata da Zico, che può contare sul migliore attacco e la miglior difesa, deve ancora perdere una partita con 11 vittorie e 3 pareggi. L’altra grande rivale, l’AEK Atene arranca a metà classifica con 15 punti di distacco, davvero troppi dal momento che non siamo neanche ancora al giro di boa. Torneremo presto da queste parti anche con qualche nome da “Toh, chi si rivede”.

GERMANIA
Nei paesi calcisticamente più avanzati è ovvio che la massima serie non possa contenere tutte le squadre più blasonate, di conseguenza troviamo nelle varie seconde serie dei campionati molto affascinanti popolati da formazioni di tutto rispetto con grandi storie alle spalle. E’ questo il caso della Germania e la sua 2. Bundesliga, grande torneo che offre 3 promozioni. Ad una giornata dalla fine del girone d’andata uno di questi posti sembra non possa proprio sfuggire al Kaiserslautern (per vedere lo stadio clicca qui) (9 punti sulla terza) che non ha certo bisogno di presentazioni e aspetta da 4 anni di ritornare nel torneo principale. Al secondo posto c’è il St. Pauli (per vedere lo stadio clicca qui) che non assapora la Bundesliga dal lontano 2002 e che in questi anni era sprofondato fino alla Regionalliga. Le 3 retrocesse dell’anno scorso a parte l’Arminia Bielefeld (per vedere lo stadio clicca qui) (quarto in piena lotta) stanno facendo molta fatica, sia Energie Cottbus (per vedere lo stadio clicca qui) che Karlsruher (per vedere lo stadio clicca qui) sono a metà classifica ben lontane dalla zona che conta.



Rubrica nella Rubrica NOBILI DECADUTE
Quando si parla di calcio in Ungheria è inevitabile parlare del Ferencvaros. Si tratta della squadra più titolata del paese, 28 campionati, 20 Coppe nazionali addirittura una Coppa delle Fiere (l’antica Coppa Uefa, ora Europa League), unica formazione ungherese capace di alzare un trofeo continentale. Nonostante tutto ciò nel 2006 gravi problemi finanziari non le hanno permesso di iscriversi al massimo campionato ungherese ed è quindi stato retrocesso in Serie B. Tutti si aspettano l’immediata promozione invece bisogna attendere 3 anni e finalmente l’anno scorso ha centrato l’obiettivo. Dalla stagione in corso quindi, la nostra nobile decaduta, ha cominciato la sua risalita e non è difficile pensare che tornerà presto a lottare per le prime posizioni, al momento dopo 15 giornate occupa l’11° posizione con un vantaggio di 7 punti sulla zona calda.




Rubrica nella Rubrica TOH, CHI SI RIVEDE
Dov’è finito Fredrik Ljungberg (32 anni, in alto nella foto), centrocampista svedese, che tutti ricordiamo con il suo ciuffo rosso nell’Arsenal, dove ha militato per 10 anni? Ha oltrepassato l’oceano e ha tenuto a battesimo la prima partecipazione dei Seattle Sounders alla Major League Soccer statunitense. Bandiera anche della propria nazionale con 75 presenze e 15 reti quest’anno ha collezionato 22 presenze e 2 reti portando la sua squadra alla qualificazione ai playoff dove però è stata eliminata al primo turno.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati






Oggi: 7 partite
Domani: 10 partite
NERI STEFANO (DIRIGENTE)
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy