Home
News
Tabellini
CU Società
Rose 22/23
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Coppe
C. ITALIA "M. MINETTI"
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - UNDICESIMA PUNTATA
<< Torna indietro
ALTRE NEWS
UNDICESIMA PUNTATA

…il punto sui campionati meno conosciuti ovvero basta che ci siano 22 uomini che calciano una palla…a cura di Daniele Mercati
Il Resto del mondo - 11/02/2010

Come ogni giovedì lasciamo i confini provinciali e spicchiamo il volo per l’Europa e oltre. Riflessione completa sui campionati inglesi, un salto in Spagna per vedere gli sviluppi e poi seguiamo la ripartenza del calcio giocato in Argentina e Svizzera.





INGHILTERRA
Il campionato infinito della Seconda Divisione inglese, 46 giornate più la coda dei playoff, non si ferma mai, se ne era parlato nella settima puntata e dopo 6 giornate giocate le cose non sono cambiate di molto. In zona promozione diretta (solo i primi due posti) ci sono sempre il Newcastle e il West Bromwich Albion con appena staccato il Nottingham Forest a 4 punti dal secondo posto. Un nome per i playoff quindi uscirà verosimilmente dal terzetto appena citato, mentre per gli altri 3 posti probabilmente rimarrà tutto in discussione fino alla fine visto che allo stato attuale ci sono molte squadre che possono aspirare a questo traguardo sempre con le due gallesi in prima fila. Il Middlesbrough, nobile retrocessa dell’anno passato fatica a trovare continuità, ora però è imbattuta da 5 partite, striscia che gli ha permesso di salire all’ottavo posto e nel mercato di Gennaio ha piazzato un grande colpo: Scott McDonald, bomber australiano proveniente dal Celtic Glasgow, uno che ha molta confidenza con il gol che potrebbe risultare decisivo per le loro ambizioni.

INGHILTERRA
Premier League 5 giornate dopo (vedere l’ottava puntata), la notizia da prima pagina è “L’Arsenal dice addio al titolo” o almeno così sembra dato che proprio in queste ultime partite ha perso contro le altre due squadre candidate alla vittoria finale (3-1 in casa col Manchester United e 2-0 in casa del Chelsea) e si sa in queste lotte quanto contino gli scontri diretti. Il contraccolpo psicologico però non c’è stato perché gli uomini di Wenger si sono ripresi subito battendo il Liverpool nell’ultimo turno respingendo gli attacchi al loro terzo posto. Per il titolo quindi, a meno di clamorosi ribaltoni, rimangono in corsa in due a distanza più ravvicinata, +1 per il Chelsea, un gol in più subito dal Chelsea, un gol in più fatto dallo United, incredibile equilibrio in cui la Champions League sarà un fattore molto determinante. Per il quarto e ultimo posto disponibile per la Champions si è messo in ottima posizione il Manchester City di Mancini, a pari punti col Liverpool ma con 2 match da recuperare. Nella zona calda il West Ham di Zola è sempre in piena lotta, la vittoria nell’ultima partita ha dato una boccata di ossigeno, ma per salvarsi non si potrà permettere distrazioni, in fondo alla classifica sono coinvolte in tante.

SVIZZERA
Si è giocato un solo turno dall’ultima volta che abbiamo analizzato questo torneo (sesta puntata), ma vale la pena di soffermarci di nuovo visto quello che è successo. Complice la pausa invernale si è ricominciato a giocare nell’ultimo weekend dopo due mesi di stop e il calendario proponeva subito un incontro al vertice e cioè Basilea-Young Boys, la seconda che ospita la prima con l’occasione di ridurre da 7 a 4 i punti di svantaggio per poter continuare la marcia di avvicinamento. Il Basilea rifila un secco 4-0 ai rivali e si avvicina alla vetta. In effetti lo Young Boys accusava da tempo segni di flessione e con questa subisce la terza sconfitta nelle ultime 7 partite. Il terzo scontro diretto della stagione appena andato in scena potrebbe rivelarsi letale visto il suo epilogo (per la cronaca gli altri due li aveva vinti la squadra di Berna) anche se mancano ancora molte partite e quello decisivo potrebbe essere l’ultimo in programma all’ultima giornata di campionato, comunque torneremo presto a seguire l’evolversi della situazione.

ARGENTINA
Si è appena finito di festeggiare il Banfield campione ed è già ripartito il campionato, cioè la Clausura 2010. Per chi non conoscesse questo torneo spieghiamo che in pratica vengono assegnati due titoli, uno per il girone di andata e uno per il girone di ritorno, di fatto quindi sono due campionati distinti, Apertura e Clausura appunto. E’ inutile negarlo, tutti aspettano la rinascita delle due squadre principali, il Boca Juniors e il River Plate che ultimamente non lottano più per il titolo, ma da queste prime battute segnali positivi se ne sono visti pochi. Si sono disputate 3 giornate (in totale sono 19), nessuno è a punteggio pieno, in testa alla classifica con 7 punti ci sono il Velez Sarsfield (che ha riportato in rosa il capocannoniere dell’ultima Apertura Santiago Tanque Silva subito in gol alla prima presenza), il Godoy Cruz e potrebbe esserci l’Argentinos Juniors se dovesse vincere il recupero con i campioni in carica del Banfield. Proprio quest’ultimi, la grande sorpresa dell’ultimo torneo, sono andati a vincere in casa del River alla prima giornata, poi però sono stati sconfitti dal Chacarita Juniors, ripetersi sarà veramente durissima, teniamo i fari puntati.

SPAGNA
La domanda che ci si poneva nell’ottava puntata e che sarà sicuramente il leit-motiv di tutta la durata della Liga è “chi la spunterà tra i due colossi iberici Barcellona e Real Madrid?”. E’ ancora presto per dare una risposta però in queste 5 giornate il vantaggio del Barca è aumentato di 3 punti (ora sono 5) sul Real, dal momento che la squadra di Guardiola ancora imbattuta pur senza i gol di Ibrahimovic ha fatto bottino pieno mentre i ragazzi di Pellegrini sono incappati nella terza sconfitta stagionale nella trasferta di Bilbao. Fuori entrambe dalla Coppa del Re vedremo che riflessi avrà sul campionato anche il ritorno della Champions League. Per gli altri posti Champions il Valencia ha rafforzato la sua terza posizione aumentando il vantaggio sulla quinta in classifica, mentre il Siviglia è in crisi netta essendo riuscito a perdere 5 delle ultime 7 partite, infatti nell’ultimo turno ha perso anche il quarto posto a favore del sempre più sorprendente Maiorca. Anche Deportivo La Coruna e Atletico Bilbao rimangono in corsa per i preliminari della massima competizione europea, vedremo chi la spunterà. Più in basso sempre male l’Atletico Madrid, lontano 13 lunghezze dal quarto posto che però si può consolare con la quasi sicura finale di Coppa del Re (ha vinto 4-0 l’andata contro il Racing Santander).



Rubrica nella Rubrica NOBILI DECADUTE
In Francia c’è una squadra che attualmente gioca in Seconda Divisione, ma con un palmares che comprende 8 titoli nazionali, 3 Coppe nazionali e 2 Supercoppe di Francia. Questa squadra è il Nantes, una delle più titolate in patria, che nel 1996 addirittura raggiunse la semifinale di Champions League eliminata dalla Juventus. Negli anni successivi poca gloria per i canarini che nel 2007 arrivano ultimi in campionato e retrocedono dopo 44 anni in Seconda Divisione. L’anno seguente si piazzano al secondo posto e conquistano la promozione diretta probabilmente pensando che il peggio fosse passato, ma così non è stato perché nel 2009 arrivano penultimi in Ligue 1 e retrocedono di nuovo. Nella stagione in corso tra l’altro non ci sono grandi prospettive di risalita immediata, dopo 23 giornate sono tredicesimi in classifica a 7 punti di ritardo dalla terza, ma con un nugolo di squadre da sorpassare, i sogni debbono essere rimandati almeno di un anno.




Rubrica nella Rubrica TOH, CHI SI RIVEDE
La lista di giocatori acquistati dall’Inter negli ultimi anni è davvero infinita, naturalmente quelli azzeccati che hanno fatto o stanno ancora facendo la fortuna dei nerazzurri non sono materiale per questa rubrica, ma ce ne sono tanti che hanno tradito le attese e che a Milano si sono fermati poco per poi cercare fortuna altrove. Uno di questi è Santiago Solari (33 anni, nella foto in alto), arrivato all’Inter nel 2005 dal Real Madrid, fortemente voluto ma rivelatosi, a conclusione di questa avventura, un flop. Rimane tre anni a Milano collezionando solo 39 presenze e 4 reti, decide poi di tornare in patria al San Lorenzo dove resta però solo un anno per poi varcare di nuovo i confini ed accasarsi all’Atlante, squadra messicana dove milita tutt’ora. Con questo team ha giocato l’ultimo mondiale per club incontrando il Barcellona. Ha conosciuto il suo periodo migliore al Real Madrid, nel nostro paese non ha lasciato un segno indimenticabile, vedremo quello che riuscirà a fare in futuro.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati

wjuventus2
commento del 15/02/2010 alle 23:57

E poi perchè non hai letto l'ultima notizia su di lei...gli è morto il fidanzato tra le gambe dopo che aveva preso due pastiglie di Viagra!!!
RISPONDI

Enry
commento del 15/02/2010 alle 13:13

Forse è meglio la sorella di Solari...

http://www.sportmediaset.mediaset.it/gossip/photogallery/photogallery2388.shtml
RISPONDI






Oggi: 7 partite
Domani: 10 partite
MARTIGNONI MARCO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy