Home
News
Tabellini
CU Società
Rose 22/23
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Coppe
C. ITALIA "M. MINETTI"
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - VENTINOVESIMA PUNTATA
<< Torna indietro
ALTRE NEWS
VENTINOVESIMA PUNTATA

…il punto sui campionati meno conosciuti ovvero basta che ci siano 22 uomini che calciano una palla…a cura di Daniele Mercati
Il Resto del mondo - 17/06/2010

Tutto il mondo segue i Mondiali sudafricani ma noi ci concentriamo come sempre anche sui diversi campionati…tutte le curiosità che non trovate da altre parti vi vengono servite nella nostra rubrica!





GERMANIA
Come promesso nella puntata n. 23 dovevamo tornare in terra tedesca per dare tutti i verdetti finali e fare il punto sulla stagione appena conclusa. Conquistato lo scudetto n. 22 dal Bayern Monaco che non lascia il titolo in altre mani per due anni consecutivi dal biennio 1994/’95-1995/’96, è molto interessante scoprire chi e come ha raggiunto i piazzamenti utili per l’Europa. Lo Schalke 04 di Felix Magath arrivato secondo accede direttamente ai gironi di Champions League, mentre il Werder Brema giocherà i preliminari di questa competizione. La squadra di Thomas Schaaf ha sfruttato un finale di stagione disastroso da parte del Bayer Leverkusen che ha vinto solamente 2 delle ultime 12 uscite portando a casa addirittura solo 4 punti in 7 giornate tra la 25’ e la 31’ e proprio nell’ultimo turno non è riuscito a fare bottino pieno per agganciare il Werder Brema che era stato bloccato in casa dall’Amburgo. I posti per l’Europa League sono usciti tutti dalla classifica finale del campionato visto che la Coppa di Germania è stata vinta dal Bayern Monaco (4-0 il risultato della finale) sul Werder Brema entrambe qualificate alla coppa maggiore: dal 4° al 6° posto in ordine di arrivo staccano il pass il Bayer Leverkusen, il Borussia Dortmund e lo Stoccarda, rimangono così fuori abbastanza a sorpresa sia l’Amburgo, sia il Wolfsburg campione di Germania in carica fino a poche settimane fa. Per quanto concerne le retrocessioni (già detto della sorte dell’Hertha Berlino) l’ultimo turno è stato determinante per stabilire chi sarebbe sceso di categoria direttamente o chi aveva la possibilità dello spareggio: a 90 minuti dal termine Bochum e Norimberga avevano gli stessi punti e 2 punti sopra si trovava l’Hannover; il calendario metteva di fronte proprio Bochum e Hannover con i primi che in caso di vittoria avrebbero scavalcato gli avversari e sarebbero andati perlomeno allo spareggio, il campo però ha dato un altro verdetto, 0-3 e Hannover salvo. Il Bochum in questo modo ha trovato la retrocessione visto che il Norimberga ha fatto in pieno il proprio dovere vincendo una facile partita casalinga con il Colonia. Per l’esito dello spareggio salvezza-promozione leggere l’articolo successivo sulla Seconda Divisione.

GERMANIA
Le 3 di testa che si giocavano la promozione hanno chiuso la stagione zoppicando ma portando a casa più o meno tutte l’obiettivo che si erano fissate. Il Kaiserslautern con una sconfitta e due pareggi nelle ultime 3 uscite riesce ugualmente a staccare il biglietto per la Bundesliga 2010/’11, così come il St. Pauli che grazie alla migliore differenza reti e al vantaggio negli scontri diretti si concede il lusso di perdere l’ultima gara non avendo timore dell’eventuale aggancio dell’Augsburg che peraltro non si è verificato. Per il St. Pauli si tratta di un ritorno nella massima serie dopo che ne era uscito nel lontano 2002 e dopo essere sceso fino alla Regionalliga, finalmente una nobile decaduta prontamente risorta. Al terzo posto arriva così l’Augsburg che si guadagna il diritto di giocare lo spareggio salvezza-promozione contro la terzultima della Bundesliga cioè il Norimberga (vedere l’articolo precedente). La voglia di rimanere tra i grandi del Norimberga è più forte e centra due vittorie 1-0 in casa e 2-0 fuori, discorso chiuso e per l’Augsburg rimane solo il ricordo di una grande stagione dove addirittura è arrivata a giocarsi anche la semifinale di Coppa di Germania, sarà una sicura protagonista dell’anno prossimo. Per la retrocessione in Terza Divisione stessa formula che nella massima serie dove le ultime due retrocedono direttamente (Ahlen e Koblenz) e la terzultima spareggia con la terza classificata della 3. Liga. Terzultima in Seconda Divisione arriva l’Hansa Rostock in un clamoroso e veloce declino e di fronte si trova il motivato Ingolstadt: qui rispetto all’altro spareggio le parti si invertono, la voce grossa la fa chi vuole salire di categoria così che l’Ingolstadt si aggiudica entrambe le gare, 1-0 in casa e 2-0 fuori riappropriandosi della categoria che occupava un anno fa.

SPAGNA
Torniamo nella Segunda Division spagnola per raccontare quanto accaduto nell’ultimo weekend che ha regalato qualche verdetto. Bastava un pareggio alla Real Sociedad per guadagnare matematicamente la promozione, ma i ragazzi della formazione di San Sebastian non si sono accontentati e hanno sfoderato un secco 2-0 contro un già tranquillo Celta Vigo, ritroveremo quindi la gloriosa Real Sociedad l’anno prossimo nella Liga dopo un’assenza che durava da 3 anni. A fargli compagnia sarà il Levante che deve ringraziare la classifica avulsa, spieghiamo meglio: nell’ultimo turno il team di Valencia ha vinto e grazie al pari del Betis Siviglia ha portato il suo vantaggio a 3 punti sulle due compagini che dividono la terza piazza (Betis Siviglia appunto ed Hercules), in teoria alla fine del torneo potrebbero trovarsi al secondo posto tutt’e 3 le squadre ma in quel caso la classifica avulsa premierebbe Levante ed Hercules a discapito del Betis Siviglia. Da questa considerazione si evince che l’Hercules sarà promosso anch’esso se vincerà l’ultima partita (impegno non facile contro il Real Union che ha un bisogno disperato di punti) mentre il Betis Siviglia farà il salto di categoria solo nel caso di finire con più punti dell’Hercules (l’arrivo alla pari lo condannerebbe per la peggior situazione negli scontri diretti). Termina il sogno del Cartagena neopromosso, la sconfitta dell’ultimo turno lo condanna alla permanenza in Segunda Division, ma rimane l’orgoglio di un ottimo campionato. In coda la complicatissima situazione è aperta a diverse soluzioni, di sicuro dalla settimana scorsa si è aggravata e non di poco la posizione della Real Union che è obbligata a vincere e a sperare in una serie di risultati favorevoli per salvarsi, ma la speranza è appesa ad un filo. Appuntamento alla prossima puntata dove daremo tutti i verdetti definitivi sia per le parti alte che per quelli basse della classifica.

BRASILE
Dalla primavera all’autunno ci accompagna come sempre anche il campionato brasiliano, ora fermo per la disputa dei Mondiali in Sudafrica ma dove si sono già giocate 7 giornate e quindi merita un fermo immagine per spiegare cos’è accaduto finora. Ripartendo da dove ci eravamo lasciati comincerei col dire che il Flamengo campione in carica non sembra lo stesso dell’anno scorso, e ora perso anche Adriano rientrato in Italia, sarà molto complicato ripetere la cavalcata del 2009: in 7 partite disputate finora sono solo 2 le vittorie e i punti di distacco dalla vetta sono già 8. Va un po’ meglio ma non di molto al San Paolo campione dal 2006 al 2008 che di punti ne ha raccolti fin qui 11 (6 dal primo posto), ma occorre stare molto attenti perché questa è una squadra capace di venir fuori alla distanza e non dimentichiamoci che è stata e sarà ancora impegnata anche nella Coppa Libertadores (nei quarti di finale ha avuto la meglio nel derby tutto brasiliano col Cruzeiro e in semifinale ci sarà un nuovo derby con l’Internacional). In ogni caso guidano il gruppo tre autentiche sorprese: al primo posto troviamo il Corinthians di Ronaldo (ha giocato però solo la prima partita peraltro andando a segno) e Roberto Carlos appaiato al Cearà, team della città di Fortaleza autentica rivelazione essendo una neopromossa; al terzo posto con 2 punti di ritardo c’è la Fluminense che l’anno passato si salvò solo all’ultima giornata. Nelle parti alte c’è anche il pericoloso Santos che pur avendo salutato Robinho può contare sull’astro nascente Neymar. Di sicuro indicare una favorita in questi tornei molto lunghi è difficilissimo quindi dovremo aspettare ancora un po’ di tempo per poterci sbilanciare, il torneo riprenderà il 14 Luglio.

ISLANDA
7 giornate si sono giocate anche in Islanda ma da queste parti sono molto significative perché si tratta di un campionato corto composto da sole 12 squadre ed articolato da una sola andata e ritorno quindi 22 giornate in totale. La notizia più eclatante è la posizione che occupa in classifica l’Hafnarfjordur vincitore di 5 delle ultime 6 edizioni: la squadra è in notevole difficoltà, ma più del quinto posto in classifica (in realtà le prime 4 sono tutte prime a pari merito con soli 3 punti in più) preoccupa la fatica con cui si ottengono i risultati e le troppe reti subite (ha una differenze reti pari a zero, con 12 reti fatte ed altrettante subite), per riconfermarsi sul trono d’Islanda dovrà ritrovare la continuità del recente passato. Ancora più in crisi è il KR Reykjavik, club più titolato del paese, finora è arrivata una sola vittoria e la miseria di 6 punti totali, il terzultimo posto per la squadra che è arrivata seconda l’anno passato è proprio una sorpresa. L’ultimo team ad aver trionfato diverso dall’Hafnarfjordur è il Valur (ha vinto il campionato nel 2007) ed è una delle 4 capoliste con 14 punti (curiosamente tutt’e 4 hanno lo stesso ruolino con 4 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta), ma per dire se sarà quella che potrà ripetersi è ancora un po’ presto. In Islanda se ne infischiano dei Mondiali e il campionato procede senza sosta, nel prossimo turno in programma tra Domenica e Lunedì prossimi interessante scontro al vertice tra 2 delle 4 capolista Keflavik-Fram.


Rubrica nella Rubrica I RE DEL GOL
Celebriamo in questa puntata il capocannoniere del campionato scozzese, tal Kris Boyd. L’attaccante scozzese di 26 anni a dire il vero è ormai un habituè di questo titolo, dato che quello appena vinto è il suo quarto, tutti conquistati nei Rangers Glasgow (a dire il vero per quello del 2005/’06 i gol sono da dividere a metà con il Kilmarnock dato che la prima parte di stagione l’aveva disputata lì). Siamo di fronte ad una autentica macchina da gol, detentore di diversi record nella Premier League Scozzese, tra cui quello di maggior realizzatore nella storia di questa competizione e marcatore di 5 reti in un solo match per ben due volte. Hanno visto più che giusto i Rangers Glasgow quando lo acquistarono dal Kilmarnock nel Gennaio del 2006 (per la cronaca in quel campionato segnò 32 reti!), da allora come detto ha vinto 4 volte la classifica capocannonieri e con la sua squadra 2 volte il campionato scozzese, l’ultimo proprio in questa stagione dove il suo score si è fermato a 23 in 31 presenze. In nazionale ha alternato le sue fortune, e a dire il vero nell’ultimo periodo ha avuto diversi problemi in quanto si erano create delle frizioni con l’ex selezionatore George Burley e per questo aveva deciso di non rispondere più alle chiamate in nazionale; ora il CT è cambiato e vedremo in futuro l’evolversi di questa situazione. Di sicuro possiamo dire che il nostro sarebbe pronto per un grande salto di qualità in un campionato più prestigioso, il passaggio naturale sarebbe quello in Premier League inglese però anche da altri stati europei sicuramente qualcuno si è fatto vivo: con grande curiosità vedremo con quale maglia Kris Boyd comincerà la prossima stagione.




Rubrica nella Rubrica TOH, CHI SI RIVEDE
Osservando la foto forse non sarete riusciti a riconoscerlo, ma provate a sostituire all’immagine la maglia granata che indossa con una maglia viola e a molti di voi il nome verrà fuori immediatamente. L’identità è presto svelata, si tratta di Tomas Repka (nella foto in alto), 36enne difensore ceco che ha militato nella Fiorentina tra il 1998 e il 2001. Utilizzato spesso come centrale, ma anche come laterale destro cominciò la sua carriera da professionista nel Banik Ostrava nel lontano 1991 a soli 17 anni per poi passare alla quotata squadra della capitale dello Sparta Praga: diventa un pilastro di questo team e grazie anche ai due campionati vinti riesce a farsi notare dai grandi club d’Europa. Accetta l’offerta della Fiorentina e sbarca così nel nostro campionato dove si fa subito apprezzare e contribuisce anche alla conquista della Coppa Italia 2001/’01 dei viola. Dopo 3 anni nel belpaese e complice la difficile situazione societaria della squadra di Firenze, cede alle sirene inglesi e decide di vestire la maglia del West Ham. Nelle fila del club londinese diventa un idolo seguendo i suoi compagni anche nelle sfortunate stagioni di Seconda Divisione riuscendo poi a riportare la squadra in Premier League. Quando poi, per motivi personali, nel 2006 è costretto a tornare in patria per vestire nuovamente la maglia dello Sparta Praga, nella sua ultima partita inglese lascia lo stadio in lacrime e i tifosi lo acclamano. Da allora non si è più mosso dalla capitale ed è riuscito ad incrementare il suo palmares personale vincendo altre 3 Coppe della Repubblica Ceca e due campionati, l’ultimo proprio quest’anno sigillando le sue prestazioni anche con una rete nell’ultima partita del torneo. Senza dimenticare anche le numerose presenze nella sua nazionale, non ci rimane che inviare un grosso saluto a “Super-Tom” e augurargli una ancora lunga e florida carriera.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati






Oggi: 6 partite
Domani: 3 partite
MARTIGNONI MARCO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy