Home
News
Tabellini
CU Società
Rose 22/23
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Coppe
C. ITALIA "M. MINETTI"
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - TRENTESIMA PUNTATA
<< Torna indietro
ALTRE NEWS
TRENTESIMA PUNTATA

…il punto sui campionati meno conosciuti ovvero basta che ci siano 22 uomini che calciano una palla…a cura di Daniele Mercati
Il Resto del mondo - 24/06/2010

Andiamo a ripescare tornei già finiti da un po’ ma dove avevamo lasciato per strada alcuni dettagli per niente trascurabili, comunque non c’è da temere, la nuova stagione è già alle porte e noi saremo sempre puntuali sul pezzo.





SPAGNA
Ne abbiamo parlato anche nelle due settimane precedenti ma l’attesa per i verdetti definitivi è talmente alta che anche in questa puntata ci soffermiamo sulla Liga Adelante (la Serie B spagnola). Si giocava l’ultima giornata delle 42 totali e riprendendo il discorso di 7 giorni fa scopriamo che in testa non ci sono state particolari sorprese, l’ultimo treno per la massima serie lo prende l’Hercules che ha riscattato nella parte finale un campionato a fasi alterne dove all’inizio si era comportato molto bene viaggiando per lungo periodo a braccetto con la Real Sociedad nei primi posti, poi tra Marzo e Aprile ha rischiato di gettare alle ortiche quanto di buono era stato costruito attraversando un periodo nerissimo che ha fruttato solo 5 punti in 9 partite, il finale con 4 vittorie e 3 pareggi ha salvato l’annata riconquistando la Liga dopo ben 13 anni. In fondo alla classifica la lotta per non retrocedere vedeva coinvolte diverse squadre, inultile dire che la fortuna di avere all’ultima giornata incontri con formazioni già in vacanza oppure in lotta per qualche traguardo fa la differenza. Quindi la situazione della Real Union già disperata di per sé è diventata ancora più nera dal momento che doveva incontrare l’Hercules che aveva velleità di promozione, 2-0 secco per quest’ultimi e Real Union che retrocede. Il Cadice di Diego Tristan (protagonista del “Toh, chi si rivede” della puntata n. 10) almeno all’ultimo turno ha fatto il massimo, ma non è bastato ad evitare la discesa in Segunda B, per salvarsi doveva scalare due posizioni, ma davanti quasi tutte sono riuscite a portare a casa i 3 punti e a non farsi raggiungere. Si salva invece per il rotto della cuffia il Las Palmas che riesce a mettersi dietro il Murcia, unica formazione di quelle di coda incapace di vincere nell’ultimo weekend, così che anche per quest’ultimi si spalancano le porte della Terza Serie. Con il già retrocesso da tempo Castellon il quadro è completo.

SCOZIA
Chi segue costantemente questa rubrica sa che in Scozia rimanevano ancora da definire alcune cose: in primis l’esito della finale della Coppa che vedeva di fronte il Dundee United col miracoloso Ross County, team di Seconda Divisione. A coronamento di un’ottima stagione dove ha raggiunto il terzo posto in campionato, il Dundee United porta a casa la sua seconda Coppa di Scozia bissando il successo del 1994 infrangendo il sogno dei diretti avversari annichilendoli con un secco 3-0. A questo proposito dobbiamo correggere quanto affermato nella puntata n. 22 dove si parlava di una qualificazione in Europa League per il Ross County anche in caso di sconfitta: non è così, avendo il Dundee United acquisito il diritto all’Europa attraverso il piazzamento in stagione non accede alla Coppa la finalista perdente ma la quinta classificata in campionato. Risulta quindi inutile la lotta per raggiungere il quarto posto messa in piedi nelle ultime giornate da Motherwell ed Hibernian: a 3 giornate dal termine solo 1 punto divideva le due formazioni e così anche una settimana dopo essendo incappate entrambe in una sconfitta. Assai decisivo quindi era lo scontro diretto in programma al penultimo turno e per questo motivo le due compagini hanno dato vita ad una delle più spettacolari partite di tutti i tempi, 6-6 il finale con l’Hibernian che fuori casa era in vantaggio 6-2 (un consiglio, prendetevi 5 minuti di tempo e rivedetevi il filmato della partita cliccando qui). Incredibilmente, dopo aver respinto l’attacco nello scontro diretto il Motherwell perde comunque il quarto posto all’ultima giornata non andando oltre il 3-3 coi Rangers Glasgow campioni e l’Hibernian vince la sua sfida scavalcandolo in graduatoria. In base a quanto spiegavamo prima però conseguentemente al risultato della Coppa di Scozia entrambe le contendenti accedono all’Europa League vanificando la contesa.

BULGARIA
Per completare l’analisi del campionato bulgaro edizione 2009/2010 vediamo come si sono distribuiti gli ultimi posti per le coppe europee. La UEFA assegna alla Bulgaria un solo posto per la Champions League e quindi solo i campioni del Litex Lovech giocheranno i preliminari di questa competizione. Per quanto riguarda l’Europa League invece i posti sono 3, seconda e terza in campionato e la vincente della Coppa nazionale. Come si raccontava nella puntata n. 23 in Coppa ha trionfato il Beroe e stacca il biglietto per l’Europa. Al secondo posto del campionato arriva il CSKA Sofia, partito con velleità da primo posto, ma le diverse vicissitudini vissute durante l’anno fanno apparire la piazza d’onore un buon risultato. Molto interessante è stata la lotta per il terzo posto animata da uno dei tanti derby della capitale, Lokomotiv contro Levski. La Lokomotiv in crisi già da diverso tempo ha perduto anche le ultime due partite e ha lasciato il via libera al Levski; deve far riflettere questo crollo finale della Lokomotiv che a 7 giornate dal traguardo era seconda con 6 punti di vantaggio, ma da quel momento solo 2 pareggi e 5 sconfitte hanno permesso che due rivali la sorpassassero vedendo svanire tutte le possibilità di giocare almeno i turni preliminari di Europa League. La prossima edizione del torneo si preannuncia molto combattuta ed incerta dal momento che negli ultimi 3 anni hanno vinto tre club diversi e ce ne sono altri che da troppo tempo ormai attendono la loro occasione.

SLOVENIA
Panoramica completa sugli esiti finale in terra di Slovenia. Partiamo dalla Coppa nazionale che quest’anno ha assunto il valore di premio di consolazione in quanto a giocarsela erano due formazioni che negli ultimi anni hanno ottenuto risultati ben più prestigiosi cioè Maribor e Domzale le ultime vincitrici dello scudetto (prima che nel 2010 arrivasse il Koper), ma nell’annata deluse dal torneo. Il match è stato molto combattuto, il Domzale è andato due volte in vantaggio e per due volte è stato raggiunto, costretto ai supplementari è capitolato al 120° minuto quando già tutti pensavano ai calci di rigore. Contrariamente a quanto esposto nella puntata n. 22 rettifichiamo le regole di ammissione all’Europa League dicendo che il Domzale seppur finalista della Coppa non ha usufruito del pass per l’Europa che invece è andato alla quarta classificata del campionato, l’Olimpia Lubiana (protagonista della rubrica “Nobili decadute” della puntata n. 4). Il Domzale (squadra della capitale Lubiana, campione 2007 e 2008) manda così in archivio una pessima stagione che l’ha visto terminare al terzultimo posto il campionato, perdere la finale di Coppa e vedere svanire la possibilità di giocarsi un pezzettino d’Europa. Gli altri due posti disponibili per l’Europa League vanno, ovviamente al Maribor e al Gorica grazie al terzo posto nella graduatoria finale. Come già detto in precedenza quindi, il 2010 segna una tappa storica per questo giovane torneo, vedremo se l’anno venturo confermerà questa tendenza o se si tornerà al passato vedendo rifiorire le vecchie potenze.

ISLANDA
Ne avevamo parlato nella puntata n. 24 ma ritorniamo in Danimarca per scattare una bella istantanea e descriverne tutti i dettagli. Erano rimasti in sospeso l’assegnazione della Coppa nazionale e gli ultimi posti per l’Europa League. La Coppa metteva a confronto due compagini ancora con la bacheca vuota, cioè nessuna delle due aveva mai conquistato alcun trofeo ufficiale: Nordsjaelland e Midtjylland. Hanno trionfato i primi per 2-0 ma non senza faticare perché il risultato è maturato solo ai supplementari, quindi onore ad entrambe. Il Nordsjaelland quindi accede al tabellone dell’Europa League del prossimo anno (i preliminari comunque avranno inizio fra pochi giorni) e vediamo chi saranno i connazionali a fargli compagnia. La UEFA ha attribuito uno dei tre premi fair-paly al Randers quindi ecco il nome di un’altra qualificata al torneo continentale minore. Dalla classifica finale del campionato invece vanno in Europa League l’OB Odense di cui avevamo già detto e il Brondby che riesce a staccare nell’ultimo turno i rivali dell’Esbjerg incappati in un brutto 3-3 casalingo quando vincevano 3-0 al 66°. Il prossimo anno in questa terra del nord il campionato inizierà col punto interrogativo di se e chi riuscirà ad interrompere il dominio del Copenaghen che negli ultimi anni sta facendo sfracelli.


Rubrica nella Rubrica I RE DEL GOL
Conosciamo più da vicino l’oggetto del desiderio di mezza Europa, l’uomo capace di far vincere il primo scudetto della storia al Wolfsburg (l’anno passato) e di far sfiorare alla Bosnia-Erzegovina la qualificazione ai Mondiali 2010 (persa soltanto allo spareggio contro il Portogallo). Stiamo parlando del capocannoniere della Bundesliga appena conclusa che risponde al nome di Edin Dzeko, 24 anni e una sola missione: il gol. Quest’anno solo in campionato ha timbrato 22 volte e in classifica cannonieri ha staccato tutti, ma pensate che l’anno scorso il suo score è stato addirittura di 26 reti superato solo dal suo compagno di squadra Grafite che di gol ne aveva segnati 2 in più contando però anche 8 rigori. Il nostro non ha bisogno di presentazioni, è un attaccante completo, forte di testa e di piede, dotato di una buonissima tecnica e di un eccezionale senso del gol. Sembra proprio che la sua avventura nelle fila del Wolfsburg sia terminata e con ogni probabilità quest’estate cambierà maglia: diversi club tra i più facoltosi d’Europa gli stanno facendo la corte e il costo del suo cartellino, complice anche la giovane età, è salito vertiginosamente. Bosniaco nato a Sarajevo esordisce in una delle squadre della sua città, lo Zeljeznicar, per poi mettersi in mostra nel campionato della Repubblica Ceca con la maglia del Teplice. Gli osservatori del Wolfsburg sono i più lungimiranti nell’accorgersi delle doti di questo ragazzo, portandolo solo 21enne in Germania. Lui dal canto suo ha ripagato pienamente la società e i tifosi del club mettendo a segno ben 56 reti nei 3 anni di questa esperienza. Ora come si diceva tutto è pronto per il salto nel calcio di prima fascia, chissà che il bomber non approdi proprio nel nostro campionato!




Rubrica nella Rubrica TOH, CHI SI RIVEDE
Peschiamo dal cilindro un altro ex giocatore dell’Inter, non ce ne vogliano i tifosi nerazzurri ma la loro squadra, grazie ai numerosi acquisti di qualche anno fa, ci ha messo a disposizione parecchio materiale su cui lavorare. L’uomo di cui stiamo per parlare è Gonzalo Sorondo, difensore uruguaiano di 30 anni (nella foto in alto), portato in Italia dalla squadra milanese nel 2001 per la non trascurabile cifra di 18 miliardi delle vecchie lire quando di anni ne aveva solo 21. Si può senza ombra di dubbio affermare che questa scommessa è stata ampiamente persa, Sorondo aveva solo esperienza del campionato del suo paese e in Italia si fermò per sole due stagioni collezionando ben poche presenze. Successivamente iniziano per lui una serie di prestiti in giro per l’Europa dove però fatica a lasciare il segno: nell’ordine veste le maglie di Standard Liegi, Crystal Palace e Charlton ed alla fine di questo girovagare decide di rientrare in patria nel Defensor, il club che lo aveva lanciato. Quando forse pensava che il suo destino fosse quello di terminare la carriera nello stesso punto da dove era partito, arriva la chiamata dal Brasile da parte dell’Internacional. Da queste parti il nostro si è rigenerato e sta vivendo una seconda giovinezza diventando un punto fermo della formazione titolare. Il campionato brasiliano è appena iniziato e l’andamento non è dei migliori, ma le soddisfazioni più grosse, sia a livello di squadra che a livello personale, stanno arrivando dalla Coppa Libertadores: l’Internacional ha raggiunto le semifinali (dove ci sarà un infuocato derby verdeoro con il San Paolo) sconfiggendo nei quarti gli argentini dell’Estudiantes, fondamentale l’1-0 in casa all’andata con rete all’88° minuto proprio di Gonzalo Sorondo…chissà che per lui il 2010 non sia l’anno giusto per vincere il primo grande trofeo della sua carriera.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati

makkinho87
commento del 24/06/2010 alle 10:49 in risposta a
wjuventus2
Veramente incredibile! A memoria d'uomo non mi ricordo di aver mai visto niente del genere...

Gol pazzesco... ma il risultato puzza...
Il nostro Salvarani saprebbe dirci qualcosa di più in qualità di scommesse...
RISPONDI

wjuventus2
commento del 24/06/2010 alle 10:36 in risposta a
Gianlu85
Che partita Dundee-Motherwell!! Ma Sutton che gol ha fatto alla fine!? Incredibile!! Penso a quei tifosi che sono andati via sul 2-6.. hahahahaha! Che beffa, si sono persi il più bello!

Veramente incredibile! A memoria d'uomo non mi ricordo di aver mai visto niente del genere...
RISPONDI

Gianlu85
commento del 24/06/2010 alle 10:05

Che partita Dundee-Motherwell!! Ma Sutton che gol ha fatto alla fine!? Incredibile!! Penso a quei tifosi che sono andati via sul 2-6.. hahahahaha! Che beffa, si sono persi il più bello!
RISPONDI






Oggi: 6 partite
Domani: 3 partite
PATERLINI FRANCESCO '97
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy