Home
News
Promo&Retro
CU Società
Mercato
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
SERIE D
ECCELLENZA
PROMOZIONE
PRIMA CATEGORIA
SECONDA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
JUNIORES
ALLIEVI
GIOVANISSIMI
Marcatori
Coppe
C. ITALIA ECCELLENZA
C. ITALIA PROMOZIONE
C. EMILIA ROM. I CAT.
C. EMILIA ROM. II CAT.
TORNEO DEI PRESIDENTI
FOSSIL CUP
CONAD CUP
COPPA TRICOLORE UNDER 17 PROV.
COPPA TRICOLORE UNDER 15 PROV.
Fossil Cup
Conad Cup
Cavazzoli Under 20
Cavazzoli Young B.
Torneo Arati
Memorial Zini
Memorial Rognoni
XXII° Trofeo Città di Reggiolo
Amici per la palla
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - ZOOM PROMOZIONE GIRONE B
<< Torna indietro
ZOOM PROMOZIONE GIRONE B

Riparte la regular season con la prima di ritorno
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comParla l'esperto - 16/01/2023

Inizia il girone di ritorno in quel della Promo Girone B ed ecco che Marty McFly e il Dottor Emmet impallidiscono all’istante.
Signore & Signori partiamo questa volta dal fondo della classifica dove si mantiene abitudinaria al limite della monotonia la compagine del Casalgrande.
Delorean rossoblù che nonostante i pochi km percorsi verso Scandiano, rincasa fumantina in quel di Via Santa Rizza con la quinta marcia “grippata”. Onor del vero, leva del cambio mancante di vari pezzi e prassi, quella delle assenze, divenuta oramai soporifera quanto ultima stagione di The Walking Dead.
Scandianese che ne rifila difatti cinque al fanalino ceramico e contesa sostanzialmente mai iniziata.
Giusto per gli almanacchi il timbro del Casalgrande firmato Fantini mentre Rizzuto e Corrente si ergono a mattatori di turno con le rispettive doppiette. Gloria anche per Burani al minuto 29 per il momentaneo 2-0.
Detto di un Casalgrande che nonostante un intero girone parrebbe già con vista sulla Prima, per la Scandianese si tratta del terzo risultato utile di fila; il che consegna ai boiardeschi le chiavi non della città ma quantomeno del quarto posto.
Zone basse da deboli di cuore in questa tornata, poiché si affrontavano nel posticipo Ganaceto ed Atletico Progetto Montagna.
Al triplice, un pari ad occhiali mantiene pimpante le graduatorie di entrambe, giunte rispettivamente al secondo e terzo risultato utile consecutivo.
Amaro in bocca invece per i supporters accorsi alle porte di Modena: fuor di dubbio un giro al Grandemilia per il continuo saldi…avrebbe regalato più palpitazioni.
Parte male anche la seconda metà di stagione della PGS Smile.
Mai domi i formiginesi che tengono botta fino al 2-2, per poi crollare sul proprio feudo sotto i colpi di un Castellarano che cercava il “sacco” (stile quello di Roma) dopo tre assalti a mani semi-vuote.
Stile Saladino in Age of Empires II, alla ribalta per i collinari granata Nadiri e la sua tripla.
Il tutto in meno di venti minuti, ad annullare i sigilli di Gariboldi e Riva per i “sorridenti” (Smile…sorriso...ok basta).
Pietra tombale il sigillo di Ivashko ed indulto per uno solo dei tanti prigionieri di casa, Pattuzzi, col suo 3-4 finale al 95.
In casa PGS le sconfitte di fila sono ora tre e di certo i bagordi natalizi paiono ancora “work in progress”.
Castellarano aggrappato con le unghie e con i denti alla zona play-off, la quale però dista quattro lunghezze.
Classifica alla mano, essa viene smossa (secondo grado della scala Mercalli…manco Richter) in quel di Polinago dopo 180’ di siccità (gira ancora voce che i terremoti avvengano anche a causa di scarsità piogge…drogarsi meno è duopo).
Sul quasi crinale appenninico, lato modenese, andava di scena un quasi testa coda che per poco (quindi quasi…dai pòr) non pendeva quasi sull’Appennino…ma lato reggiano. Precisamente Baiso.
Ci credono i canarini, rimasti sullo 0-1 fino a pochi minuti dal termine, esattamente cinque.
Riesce ad impattare difatti il Polinago con Bortolani, rispondendo al fulmineo vantaggio ospite siglato da Saccardi.
Un Baiso Secchia che senza alcun fioretto di inizio 2023, prosegue nel proprio vizietto col segno X ma altresì si mantiene a due lunghezze da una seconda piazza che a citarla ad inizio stagione, sarebbe stata un po' come la Teoria Galileiana della Terra tonda.
Pochi i sorrisi tra le paludi della bassa classifica: di certo, chi affida un gettone a Caronte per farsi traghettare al prossimo lido è il Fiorano col nichelino “basta e avanza” in quel di Rio.
Cataldo segna, ciminiere che risplendono tanto quanto i fantomatici Giardini Pensili di Babilonia ed ecco che le pantere salgono, respirando un minimo di ossigeno, a quota 17.
Chi invece è peggio di Kratos in God of War, ovvero caduto negli Inferi è la Riese.
Puntata special di “Chi l’ha visto” a tinte prettamente rossonere; sì perché, col recupero vs Atletico Montagna pre-natalizio…i ko filati sono ben due. Chiedo venia…tre.
Urge un cambio di rotta e dovrà darla coach Nazzani, se vuole evitare che l’attuale forbice di tre punti dalla quinta piazza non divenga incolmabile.
Si ferma invece per questa prima del 2023 il motore del Vezzano.
Come la miglior Ferrari di questi ultimi anni di F1…sul più bello o nel momento della ripartenza ecco si palesa il patatrac.
Giro di boa a 21 punti per i matildici, i quali restano fermi al palo visto lo 0-1 firmato Santurro in quel di Bibbiano.
Il +4 dal Fiorano rende diciamo agrodolce l’odierno ko, considerando anche che, dello stesso numero sono gli hurrà filati dell’ex Termolan che fu.
Dopo una fase centrale di girone d’andata in cui i biancazzurri parevano Colombo una volta sbarcato in America pensando di aver scoperto le Indie, pare esser ritornata sulla giusta rotta il veliero “bibbianese” che naviga a vele spiegate verso una zona play-off stile Canale di Suez con nave container di traverso a far da blocco.
A proposito di zona play-off, si fronteggiano e si annullano alla fine della fiera San Michelese e Vianese.
Se da un lato i ragazzi di Azzurro recriminano per i due vantaggi (Ghidoni al 45 e Peddis al 67’) andati a ramengo, la Vianese vede il bicchiere mezzo vuoto per un pari che smuove scarsamente (visti anche gli altri risultati) la propria classifica.
Scoiattolo di turno è Veratti con la sua doppia (sigillo del 2-2 finale al minuto 95) e timbri quattro e cinque in regular season.
Last but not least…il big-match di tornata. L’anticipo del sabato dalle tinte forti. Contesa per fortuna giocatasi di sabato viceversa vi sarebbe stato il deserto persino alla “Cicciolata” in piazza a Casalgrande.
Fabbrico-Montecchio non lasciano a bocca asciutta coloro accorsi al “Soprani” ed 1-1 al triplice fischio.
Ci provano i biancazzurri ad ammazzare il Campionato: minuto 13, Zampino si traveste da “Kvaradona” e porta in vantaggio il Fabbrico.
È l’ex Reggiana tra le altre Oliomarini ad impattare poco prima della metà di gara.
Un risultato che accontenta un po' tutti: da un lato la capolista tira un'altra X sul proprio countdown per l’Eccellenza mentre il Montecchio mantiene la seconda piazza in virtù dei singhiozzii delle inseguitrici.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina
-
Pagina






Oggi: 8 partite
Domani: 17 partite
PEDERZOLI SIMONE
    
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
Photogallery
MONDO CR
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy